In viaggio verso il Cosmo

20 Ottobre 2016.

 

Care amiche e cari amici,
questa mattina Hernán ha lasciato il suo corpo e la sua vita terrena per intraprendere un viaggio verso il Cosmo.

Da tempo ha lottato come un guerriero con una forza spirituale e fisica ineguagliabile, nonostante fosse conscio di non avere più l’energia di un ventenne, riuscendo a rialzarsi di nuovo in piedi quando colpito.

Purtroppo però è successo l’inevitabile. Pian pianino il suo male ha cominciato a colpire sempre più forte, e lui si è reso conto che, per quanto forte un guerriero sia, non può vincere ogni battaglia.

Se n’è andato con la serenità e la calma che solo i grandi Maestri hanno, abbracciato dalla sua famiglia – chi proprio al suo fianco, chi a distanza.

Molti di voi lo conoscono grazie ai libri che ha scritto, dove trasmetteva messaggi di luce e amore. E lui era proprio così: luce e amore.

L’innocenza e la curiosità negli occhi di un bambino, il sorriso sincero e autentico di chi non porta una maschera, e il cuore, grande, di chi ama e rispetta.

Un uomo talmente generoso da lasciare la sua terra natale per venire in Europa, a portare il suo messaggio tramite libri e seminari. Un uomo talmente generoso da passare la maggior parte della sua vita aiutando chi ne aveva bisogno. Un uomo talmente generoso da fondare e finanziare la Scuola della Vita e della Pace.

Un uomo talmente coraggioso da venire in Europa a parlare del tabù della sessualità e del potere femminile.

Un uomo di un’umiltà infinita, pieno di ideali e di progetti altruistici espressi in modo semplice e chiaro.

Un uomo che voleva ancora vivere, perché non aveva ancora terminato il suo compito spirituale, e forse spetta a noi, realizzarlo.

Un grande uomo, e chi lo ha conosciuto lo sa.

Come famiglia per noi lui era questo e molto di più. Ogni momento passato con lui per noi è stato un privilegio. Ora siamo pronti ad accompagnarlo verso la sua nuova avventura.

Grazie,

la famiglia.